Wednesday, September 26, 2007

Chi sono io, Paolo De Gregorio

Salve, mi chiamo Paolo De Gregorio. Sono nato a Roma nel 1974. Noto ad amici vicini e lontani con tanti nomignoli tra i quali er degre, gigante, piedone. Molti conoscono la mia passione per la scienza (in particolare la fisica) e per l'atletica. Quando sorrido tendo a socchiudere un po' gli occhi.

Questo spazio blog nasce con l'unico (per ora) intento di dissociarmi dalle idee di un mio omonimo che si firma nome e cognome e lascia centinaia di commenti nella rete internet, tra forum e blog vari. Mi è già capitato che persone di mia consocenza si fossero convinte che si trattasse di me. Senza nulla togliere alla libertà di espressione di tutte le persone libere ed il rispetto per le idee di ciascuno, proprio in nome di tale integrità ci tengo a difendere la mia individualità e le mie idee da possibili involontarie confusioni. Non vorrei, per esempio, che tante persone a me care che non mi incontrano da anni si facessero un'idea di quel che faccio nella mia vita adesso, e di quel che ora penso, tramite il leggere i commenti di una persona che non sono io, "incontrarmi" in rete con i pensieri di un altro.

Mi è capitato di riscontrare questo malinteso con persone con cui sono tutt'ora molto vicino, figuriamoci come potrebbero fraintendere persone che hanno perso le mie tracce da tempo.

Questa persona dunque pare che si chiami proprio come me, Paolo De Gregorio, ma a parte questo dettaglio, non rilascia mai alcun altro dato personale per identificarsi in modo più specifico (età, professione, ...). Questo rende quindi ancora più facile che qualcuno che mi conosca scambi questa persona per me e le sue idee per le mie. Il mio nome peraltro è molto poco comune. Non ne ha colpa ovviamente di chiamarsi come me.

Io la penso diversamente da questa persona su moltissimi temi, come già detto. Pur nel rispetto assoluto delle sue opinioni, ho sempre avuto l'abitudine di parlare ampiamente delle mie convinzioni politiche più con le persone che conosco che con estranei, comunque cercando equilibrio e calma, spesso tentando più di paventare i miei dubbi che fidando in convinzioni radicate. In questo sono comunque più riservato.

Col tempo forse metterò qualche link a qualcuna di queste pagine.
Linkatemi pure, così risalirò un po' nei motori di ricerca, come Google.

Dovevo a me stesso questa "disambiguation".

Saluti a tutti i miei amici e cari , sopratutto quelli che non vedo da tanto tempo. Sto bene, continuo a inseguire i miei sogni, e qualcuno molto piccolo l'ho realizzato. Sono felice nel privato. Spero che stiate tutti bene.

Ciao,

Paolo De Gregorio

paolodegregorio

Paolo DeGregorio

De Gregorio Paolo


8 comments:

Andrea Sacchini said...

Ciao Paolo, in bocca al lupo per questa tua nuova avventura. ;)

Marcoz said...

Esimio PaoloDeGregorio (l'omonimo), benvenuto in questo pazzo pazzo mondo.
Letti i post di esordio (e, soprattutto, gli interventi da Bioetiche), mi sento subito in dovere di farle pubblicità (per quel che vale) inserendola nel mio blogroll.
Anche se probabilmente è superfluo precisarlo, ci tengo a dire che non sono per i "69" a colpi di link, quindi non mi aspetto necessariamente di essere ricambiato.

Saluti
Marcoz

P.S.: non male "Santo DNA". Al sig. Arsenico avevo già proposto di chiamarlo "anima"…

Paolo Disca said...

Ciao Paolo

sono Paolo pure io ma Paolo Disca (l'EGOista)

Mi sono permesso di riportare il tuo post nel blog di Sabina Guzzanti spinto dal gonfiore di palle che provavo e provo ogni volta che leggo un post del tuo omonimo che spesso straparla e sopratutto non si confronta con chi commenta i suoi "pezzi".

Bè,non andrò oltre,spero che la cosa non ti dia disturbo, nel qual caso ti chiedo scusa.......

Ti verrò a trovare ciao Paolo (vero)hahaha...

Paolo Disca (l'EGOista)

paolo de gregorio said...

Grazie infinite ragazzi!

Paolo Disca, grazie!

Sì, è di un nervoso tremendo sapere che c'è uno che si chiama come te e lo potrebbero scambiare per te: solo per questo fatto in sé, al di là delle idee. Io poi sono una persona dalle idee abbastanza forti, ma amo il confronto, non presumo (troppo) di me. Soprattutto, non sono uno sempre contro, e contro tutti su ogni cosa.

Io amo la vita, non la odio, e ritengo che siamo fortunati ad averla, e ad averla in questi tempi. Altri, in altre parti del mondo, loro sì che soffrono. Ma individuare e additare una manciata di persone come colpevoli planetari è cosa autocelebratoria e autoassolutoria da bambino viziato.

Sì lo so, ce l'ho proprio con 'sto tipo. Sono anche io laico convinto, fin nelle mutande, ma c'è sempre modo e modo.

Comunque visto che qualcuno s'è accorto di me cercherò di aggiornaqre il blog un po' di più.

paolo de gregorio said...

A Marcoz

Grazie comunque delle parole di appprezzamento per le mie risposte ad Arsenico. Insomma sì, è vero, m'era proprio venuto in mente "Santo DNA".

Ah, ho visionato molto di recente (dopo quello scambio) un video su YouTube di un ragazzo americano che si interessa di scienza, e per fare il verso ai creazionisti, in un disegno schematico di uno zigote appena fecondato ci ha fatto una vignetta: una freccia indicava al suo interno ed aveva la didascalia "Soul".

Anonymous said...

Sei Tu' http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=12785&numero=999

paolo de gregorio said...

@ Anonimo di luglio 2010
(non mi ero accorto di questo messaggio, devo averlo scambiato per spam)

No, non sono io quello del link, e non so più in quale lingua dirlo: io mi firmo "paolo de gregorio" solo ed esclusivamente quando posso inserire un link a questo blog (che sia al profilo o alla pagina stessa). Altrimenti mi sono firmato, se è capitato, con pseudonimi. Tutti gli altri articoli della rete, a firma paolo de gregorio, non mi competono affatto.

Aggiungo che ho da sempre un qualche sospetto che il nome di quella persona non sia veritiero, vista l'assoluta irreperibilità di informazioni personali, anche le più vaghe possibili (sembra strano che una persona tanto rigida verso le proprie informazioni personali pubblicizzi proprio nome e cognome di battesimo, con il massimo grado di diffusione). Ma di questo non ho ovviamente certezza, è un personalissimo sospetto, appena adombrato.

P.S.: tu è senza apostrofo.

franca said...

Ciao Paolo,
leggo con piacere che non condividi le idee diffuse in rete dal tuo omonimo. Negli ultimi giorni quel De Gregorio ha postato su una serie di siti, purtroppo anche non sospetti, un discorso xenofobo e razzista sulla migrazione. Un discorso fatto di opinioni populiste e infondato dal punto di vista scientifico. Ti invio il link (http://domani.arcoiris.tv/fermiano-l%e2%80%99immigrazione-per-non-creare-nuovi-schiavi-bisogna-aiutare-l%e2%80%99africa-che-scoppia/?cp=2) , dove potrai leggere l’articolo di De Gregorio e i commenti anche di persone che si occupano seriamente di razzismo (Giuseppe Faso, Annamaria Rivera, , Grazia Naletto, tra gli altri) . Ti chiederei, dunque, se lo ritieni opportuno, di parlare di questo articolo nel tuo blog.
Grazie,
Franca